Digipuntura

14/09/2014 Approfondimenti 0

La digipuntura o digipressione è una forma di terapia della Medicina Tradizionale Cinese o MTC che insieme alla dietetica e alle tecniche del corpo quali lo Shatzu, il Tai Chi Uan, Chi Kung, Kung Fu e alle tecniche di respiro, visualizzazione creativa, yoga ecc. intervengono sull’organismo umano per il riequilibrio funzionale ed energetico. Chi (leggi ci) in MTC è la forza vitale dell’organismo.

A differenza dell’agopuntura che si pratica con l’ausilio di sottilissimi aghi sterili d’argento monouso e della laserpuntura che si pratica con l’ausilio di un laser diodo, entrambe indolori, la digipuntura si svolge agendo sui punti d’agopuntura terapeutici della MTC con le dita del paziente sotto le indicazioni del terapeuta.

La seduta di digipuntura può comportare la stimolazione di alcuni punti in sequenza per un tempo variabile dai 25 ai 75 minuti circa senza la necessità di spogliare il paziente che rimane così vestito caldo e a proprio agio.

Dopo un’attenta valutazione di referti ematologici e diagnostici moderni la digipuntura segue tutti i metodi di diagnosi della MTC. In base all’anamnesi e allo stile di vita, abitudini alimentari, incarnato, esame polsologico, esame della lingua, voce, postura, movimento, ecc. la digipuntura (o con l’agopuntura) diviene il terzo metodo d’intervento terapeutico d’eccellenza dopo l’eventuale correzione dello stile di vita e dell’alimentazione.

Il quarto intervento terapeutico nella medicina naturale è rappresentato dalla prescrizione di integratori alimentari, preparazioni del mondo vegetale o animale, tinture madri, fitocomplessi, omeopatici, omotossicologici, alimenti alcalinizzanti, minerali, vitamine.

La digipuntura è un metodo d’intervento atto a riaprire i canali energetici o meridiani e a ridistribuire l’energia dell’organismo lì dove è bloccata o carente e causa delle più svariate patologie.

Come l’agopuntura e la laserpuntura la digipuntura migliora sensibilmente la prognosi, riduce le posologie ed il numero dei rimedi di stimolo diminuendo complessivamente i tempi globali di guarigione.

La digipuntura e’ priva di effetti collaterali, non vi è il rischio di ematomi o emorragie anche su alcuni punti d’intervento particolarmente delicati perchè il passaggio energetico avviene per semplice contatto tra il dito del paziente e il punto d’agopuntura sul punto terapeutico.

Il Digipuntore di seduta in seduta, dopo l’interrogatorio e l’analisi dei polsi del paziente valuta su quali punti di meridiano intervenire.

Le sedute possono essere variabili da individuo ad individuo.
A seconda della difficoltà dei punti da trattare e dell’accessibilità dei punti terapeutici per l’assistito il terapeuta valuta quale metodo usare, se dito del paziente, laser o ago extrasottile.

La Digipuntura è una terapia “dolce” benefica, semplice da eseguire per il paziente, accompagnata da una respirazione profonda e rilassata in un ambiente rilassante, igienizzato, confortevole, accettata dalla totalità dei pazienti, ideale per tutti.